Piacenza: barista di 40 anni, legata, imbavagliata e stuprata per ore da uno straniero. È caccia all’uomo

Orrore in un locale a Piacenza. Una barista di origini cinesi è stata aggredita, legata, imbavagliata e stuprata per ore da un immigrato dalla carnagione olivastra, forse asiatico, come testimoniato dalla vittima ora in ospedale ai carabinieri. Ora è caccia all’uomo.

Sono in corso a Piacenza le ricerche di un uomo che nella notte tra mercoledì e giovedì avrebbe stuprato una donna all’interno di un bar in città. Secondo il racconto della vittima ai carabinieri, l’aggressore si sarebbe presentato nel locale poco prima della chiusura e per quattro ore, da mezzanotte alle 4 del mattino, avrebbe abusato di lei, in quel momento sola, dopo averla legata e imbavagliata. A dare la notizia, la stampa locale, che parla di «un uomo dalla carnagione olivastra». Gli investigatori hanno confermato l’accaduto, ma senza fornire particolari.

I soccorsi

Intorno alle 4 del mattino le grida della donna sono state udite dai vicini che hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono immediatamente intervenuti i carabinieri e il 118 che ha condotto la donna, di circa 40 anni e di origini cinesi, al pronto soccorso in condizioni non gravi. La vittima al momento di trova in ospedale, sotto choc.

Con fonte corriere.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.