Spacciatore nigeriano tenta la fuga: un giovane lo placca così (video)

La scena è una delle tante che riguardano spacciatori in fuga e inseguiti dalle forze dell’ordina. Il finale, però, del caso avvenuto a Treviso e immortalato in un video che sta spopolando sul web, non è consueto. Uno spacciatore nigeriano è scappato tra la folla ma un ragazzo lo ha placcato senza pensarci un attimo e ne ha permesso l’arresto. «Eccezionale. Coraggio e senso civico, questi sono i giovani che restituiscono a tutti sorriso e ottimismo», posta e commenta il ministro dell’Interno Matteo Salvini. Il giovane ventenne è divenuto eroe per un giorno.

Una targa per il ragazzo
Il pusher nigeriano – come riporta la Tribuna di Treviso – stava cercando di scappare tra la folla dagli agenti in borghese, in stazione a Treviso. Ma gli agenti non erano riusciti a stargli dietro e bloccarlo. C’è riuscito il ragazzo che si è sentito in dovere di intervenire. E’ stato decisivo infatti l’intervento del giovane che ha letteralmente “placcato” lo spacciatore nigeriano. Che era giunto nel tunnel che conduce alla Stazione di Treviso, sfuggendo agli agenti. Ma non è sfuggito al ragazzo- un giovane eroe del quotidiano – che, dopo una corsa a pedifiato si sposta a sinistra e placca letteralmente il ragazzo di colore, raggiunto pochi secondi dopo dai poliziotti. Il Comune di Treviso ha deciso di premiare con una targa il giovane che ha consentito l’arresto.

I complimenti di Zaia
Il video è stato attenzionato anche dal governatore della regione veneta, Luca Zaia, che ha voluto complimentarsi con l’eroe anonimo sui social: «Guardate questo video – scrive Zaia a corredo del filmato – è impressionante. Un ragazzo di 20 anni, che si trovava per caso a transitare nel sottopasso della stazione dei treni di Treviso , ha “placcato” e bloccato uno spacciatore nigeriano che stava scappando dalla polizia locale, consentendone l’arresto. Bravissimo. Ce ne fossero, di cittadini così!».

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.