Immigrati in Brianza, la protesta della Lega

“A Briosco la situazione è sempre più esplosiva, i cittadini sono giustamente preoccupati e la risposta del Sindaco non può essere quella di buttarla in polemica coinvolgendo Salvini”. Lo afferma Andrea Monti, vice capogruppo della Lega al Pirellone, circa l’arrivo di richiedenti asilo in una palazzina di via Verdi a Briosco in Brianza.

“Non so se il Sindaco di Briosco abbia avuto modo di guardare un TG – prosegue Andrea Monti – o almeno di sfogliare un giornale nell’ultimo mese, perché a quanto pare il primo cittadino e il suo vice sono gli unici in Italia a non essersi accorti dell’operato del Ministro dell’Interno, che nel giro di poco tempo ha attuato un netto cambio di passo rispetto ai suoi predecessori, dichiarando guerra totale alla scellerata gestione dei sedicenti profughi”.

“Gli accordi a cui fa riferimento il Sindaco, quelli stretti con ANCI, sono stati portati avanti dai ministri del centrosinistra, schieramento che guarda caso guida la stessa Associazione Nazionale dei Comuni, accordi che la Lega ha criticato fin da subito. Dove era il Sindaco di Briosco quando noi battagliavamo contro queste decisioni assurde?”

“Smettiamola quindi di prendere in giro i cittadini, facendo il teatrino di dirsi contrari ad un sistema verso cui si è taciuto fino a ieri. Fra l’altro abbiamo appreso che nelle ultime ore sarebbe diventata concreta l’ipotesi di un accordo tra la Prefettura e il Comune per portare negli appartamenti 10 aspiranti profughi al posto degli iniziali 14. Un compromesso che continuiamo a ritenere inaccettabile perché la cosiddetta accoglienza – conclude Andrea Monti – non è compatibile con un contesto di tipo residenziale”.

ilpopulista.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.