Kyenge si dà al cinema e diventa attrice in un film sui migranti: costo 25mila euro, indovina chi paga?

L’europarlamentare congolese del PD, Cécile Kyenge, ha deciso di darsi al cinema e diventa l’attrice in un film di propaganda per l’invasione di clandestini e la sostituzione etnica del popolo italiano. Il cortometraggio è finanziato dal ministero dei beni culturali, dunque con i soldi degli italiani, per la modica cifra di 24.900 euro.

La nuova vita di Cècile Kyenge: il cinema. L’ex ministro per l’Integrazione del governo di Enrico Letta, nonché primo ministro di colore nella storia italiana e bersaglio prediletto di Matteo Salvini e Roberto Calderoli, per le sue posizioni su razzismo e immigrazione, reciterà sé stessa in un cortometraggio intitolato Indovina chi ti porto per cena.

La trama, spiega Leggo, parla “di un giovane di origine somala che, a Roma, si prepara a incontrare i genitori della sua ragazza, russa di origine ma italiana a tutti gli effetti”. Chi ha pagato il capolavoro? Anche noi, ovviamente: dal bando Migrarti promosso dal ministero dei Beni e della attività culturali, il corto ha ricevuto 24.900 euro di contributo. Accanto alla Kyenge recitano gli attori professionisti Jonis Bascir (Un medico in famiglia), Alla Krasovitzkaya (Come un gatto in tangenziale) e Yoon Cometti Joyce (già visto in Gangs of New York), mentre la regia è del giovane somalo Amin Nour, anche attore protagonista.

Con fonte Libero Quotidiano

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.