Permesso a tutti gli immigrati: la decisione del giudice disintegrato da Salvini così.

 

I permessi di soggiorno continuano a dividere il Paese.

Se c’è chi lo darebbe a chiunque lo desideri, c’è anche chi lo ritiene necessario solo per chi fugge realmente dalla guerra.

A riaccendere il caso è un 24enne clandestino, entrato irregolarmente in Italia e bloccato nella concessione del permesso di soggiorno poichè “migrante economico”.

Dunque, nessun diritto d’asilo sembrava essere necessario.

Tuttavia, l’immigrato ha fatto ricorso a Milano e ha trovato un giudice che ha ribaltato quella decisione, concedendogli così il permesso. Per l’occasione ha citato la Dichiarazione Universali dei Diritti dell’Uomo, affermando che tutti gli immigrati devono essere accolti.

Matteo Salvini non si è fatto sfuggire l’occasione di intervenire sulla questione. Immediato, infatti, è stato il suo post su Facebook:

“Accogliere tutti gli immigrati, non solo i profughi. Questa la sentenza del giudice di Milano, Federico Salmeri, che ha concesso il permesso di soggiorno (prima negato dalla Commissione) a un 24enne del Gambia citando la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo: ‘Ogni individuo ha il diritto a un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della sua famiglia, con riguardo all’alimentazione, al vestiario, all’abitazione, alle cure mediche e ai servizi sociali essenziali’.”

Quindi, conclude Salvini “chiunque nel mondo vuole star meglio viene in Italia? E gli italiani che vogliono stare meglio? Tutti a casa del ‘giudice accogliente’? Roba da matti“.

Fonte: Il Populista

Potrebbero interessarti anche...