Salvini fuorioso: “Se sei irregolare e spacci droga devi essere espulso da qui”

 

Matteo Salvini è stato ospite a Non è l’arena, spiegando i suoi programmi politici e il suo rapporto con Berlusconi.

Il leader del Carroccio, ha dichiarato: “Nell’Italia che ho in testa si rispettano le regole e se non hai il permesso di soggiorno e vivi spacciando droga torni a casa tua in un quarto d’ora.

Gli italiani non sono razzisti, il problema non è l’immigrazione, ma l’immigrazione clandestina. Le prime vittime di un’immigrazione senza controllo sono le donne. A casa mia non entra un uomo che pensa che una donna non ha gli stessi suoi diritti e doveri”.

Sulla questione Luca Traini e la sua candidatura nella Lega, Salvini afferma: “Era un delinquente. Ci sono in Italia 8.000 comuni, non posso controllare tutti i candidati. Non sono uno psichiatra, noi controlliamo la fedina penale”.

Inoltre, Salvini aggiunge: “Voglio un Paese civile. Stiamo morendo di buonismo e di ipocrisia. Io voglio un’Italia dove si viva e si lavori tranquillamente, dove si faccia la spesa e si prenda un autobus senza pensare che sia un’avventura. Voglio un po’ di regole. Chi sbaglia paga.

La violenza è sempre da condannare da qualunque parte arrivi, ma ho il dovere di dire agli italiani come cercherò di evitare altri fatti come quelli di Macerata, aumentando le espulsioni, dando più supporto alle forze dell’ordine”.

Parlando del rapporto con Forza Italia, Salvini dichiara: “è buono. Ovviamente. Io mi fido di tutti, però quello che è scritto rimane. E siccome sulla legge Fornero ognuno dice la sua, e io ho una faccia e mi sono impegnato a cancellarla, ecco che abbiamo scritto nel programma del centrodestra che la cancelleremo.

Se vince il centrodestra e all’interno del centrodestra Salvini prende un voto in più il premier lo faccio io, il Paese me lo prendo sulle spalle e penso di portarlo più avanti”.

Per la candidatura Bossi, Salvini aggiunge: “Se avessi dovuto fare una scelta di interesse, avrei fatto una scelta diversa perché me ne dice di tutti i colori, che non capisco niente, che non devo andare al Sud… ma al di là delle convenienze c’è il rispetto”.

Alla fine conclude, parlando anche di Fabio Fazio: “Ringrazio La7, se aspettassi di parlare su altre televisioni campa cavallo…ogni riferimento a Fazio è puramente voluto”.

Fonte: il giornale

Potrebbero interessarti anche...