Caserta. I nigeriani fanno da padroni sullo spaccio di droga. Arrestato uno di loro.

 

Gli amici della Boldrini fanno un buon lavoro. Uomo di 47 anni arrestato con in tasca droga e stupefacenti. È il suo lavoro.

Ora è un dato di fatto, a Caserta chi comanda lo spaccio di droga è la mafia nigeriana. A raccontarlo un nigeriano che ogni mattina andava in un hotel a Castel Volturno a consegnare la droga che trasportava negli slip.

Leggiamo cosa scrive Il Populista:

In manette è così finito venerdì un nigeriano di 42 anni, Emeka Victor Nwadiogbu. La piazza, come nel resto del territorio di Castel Volturno, si ritiene gestita dalla mafia nigeriana, sempre più forte e radicata sul litorale casertano grazie alla presenza di un’estesa comunità nazionale. 

 L’uomo qualche anno fa era stato sorpreso all’aeroporto internazionale di Milano-Linate con 1,2 kg di stupefacente.

 Il 42enne era a bordo della sua Chevrolet sulla Domiziana; non sapeva che da giorni i poliziotti del Commissariato di Castel Volturno guidati da Luigi Graziano lo tenevano sotto stretta osservazione. Un’auto civetta ha segnalato la sua presenza, poi le pattuglie della Polizia lo hanno fermato simulando un posto di controllo.

A quanto pare l’uomo nascondeva la merce negli slip abitualmente. Ora è stato fermato, ma gli agenti continuano ad indagare.

In questo modo non si fa altro che confermare quello che dicono Meluzzi e Salvini sulla criminalità che la Nigeria sta vomitando verso le coste italiane. Cosa fare? Il 4 marzo svelerà la verità.

Fonte: ilpopulista

Potrebbero interessarti anche...