Acque e petrolio dell’Italia saranno regalati: cosa prevede il folle trattato di Gentiloni super contestato.

 

La denuncia di Giorgia Meloni delle ultime ore si è diffusa in pochissimo tempo, destando clamore e preoccupazioni.

Il leader di FdI ha esordito così sul suo profilo Facebook: “Il Governo Gentiloni sta tentando con un ultimo ignobile colpo di coda di regalare alla Francia parte delle nostre acque territoriali e con queste alcuni ricchissimi giacimenti di petrolio scoperti al largo della Sardegna. È la conseguenza di un folle trattato firmato da Gentiloni nel 2015 quando era ministro degli Esteri e che Fratelli d’Italia aveva contestato anche all’epoca.

Un accordo senza senso che penalizza l’Italia e le cui motivazioni sono incomprensibili. Gentiloni non si azzardi a questa operazione e blocchi prima del 25 marzo, come previsto dal Trattato di Caen, la cessione delle nostre acque territoriali.

Fratelli d’Italia non farà sconti su questa operazione dai contorni torbidi, chiediamo l’immediato intervento del Presidente della Repubblica Mattarella e annunciamo fin da ora azioni durissime in ogni sede. Non permetteremo che venga regalata l’Italia.”

Dunque, si richiede l’intervento del Presidente della Repubblica per fermare, se possibile, quanto sta per accadere.

Ecco il post furioso della Meloni:

Condividi le “durissime azioni” promesse dal leader di Fratelli d’Italia?

Foto credit: TgCom24

Potrebbero interessarti anche...