13ENNE VIOLENTATA DAI MIGRANTI, UE ATTACCA SALVINI: “NON PARLI MALE DI QUESTE PERSONE”

La Commissione Ue contro Salvini: “essere civili e non dare la caccia alle persone”. Le ‘persone’ indicate dalla UE sono gli stupratori di una bambina di 13 anni.

“Dovremmo essere civili e non dare la caccia alle persone”. Con queste parole il commissario Ue alla giustizia , tal Vera Jurova, ha risposto a chi le ha chiesto di dare un giudizio sul tweet del leader della Lega Matteo Salvini, sul caso di una bambina di 13 anni violentata in centro a Venezia alcuni giorni fa.

Salvini aveva twittato: “Poco più di una bimba in pieno centro a Venezia. Ora è caccia a un gruppo di nordafricani. Spero che li prendano, li darei in mano ai genitori BASTA!”.

Ci si sarebbe aspettati dalla commissaria UE (a proposito, chi l’ha eletta?) qualche parola in difesa della ragazzina, ma… niente. Alla UE le minorenni violentate non interessano.

Dalla Jurova, che ha presentato il rapporto sulle misure anti-incitamento all’odio attraverso i ‘social‘ (misure per reprimere la libertà di espressione), è arrivato invece l’invito alla civiltà, ovvero la difesa dei violentatori.

Poi la minaccia contro Salvini: “Spetta alle autorità nazionali pronunciarsi e alle società coinvolte agire”. Da marzo, l’autorità sarà Salvini.

 

voxnews.info

Potrebbero interessarti anche...