Arquata del Tronto, nelle casette dei terremotati piove dal soffitto

 

I terremotati del centro Italia si preparano ad affrontare il secondo inverno di seguito al gelo.

E alla pioggia. Più di quanto dovrebbero, perché nelle casette messe a disposizione degli sfollati di Arquata del Tronto filtra l’acqua quando il tempo è brutto.

Come riporta il Resto del Carlino, in seguito alle abbondanti piogge dei giorni scorsi sulle zone terremotate il 24 agosto 2016 in gran parte delle 54 casette di Borgo Arquata ha iniziato a piovere attraverso il tetto, a quanto pare per un difetto nei lavori di installazione deicomignoli.

Pare infatti che in un primo momenti i comignoli installati fossero troppo bassi e che per questo si fosse deciso di sistemarli con un secondo intervento. Tuttavia la guarnizione che avrebbe dovuto isolare la base dei fumaioli non è del tutto impermeabile e così gran parte dei 200 sfollati alloggiati in quelle case si è ritrovato l’abitazione invasa dalla pioggia.

“Finora non era mai successo – dice uno dei terremotati – ma la settimana scorsa hanno fatto i lavori per modificare i comignoli e da quel giorno l’acqua penetra dal soffitto”.

“Almeno metà delle casette ha infiltrazioni – dice un altro signore – soprattutto tra le ultime realizzate. E sta danneggiando le caldaie”, mentre altri ancora racconta di infiltrazioni attraverso il buco dell’antenna.

La preoccupazione di tutti, naturalmente, va all’inverno e alla neve, che da quelle parti cade tradizionalmente copiosa. Il Comune ha promesso un intervento riparatorio, ma la ditta che ha effettuato i lavori avrebbe sostenuto che non sia possibile fare molto. E così qualcuno ha già iniziato ad arrangiarsi da solo, senza aspettare l’intervento dello Stato.

 

Fonte:  http://www.ilgiornale.it/

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: